La bellezza non è solo una questione di abiti visti in passerella ed esteriorità ma affonda le sue radici all’interno di noi stesse e del nostro organismo. Nutriamoci “a colori” e impariamo ad amarci. Ma quali sono i colori del cibo? E quali i loro benefici?

Ammettiamolo: ogni anno l’arrivo dell’autunno porta con sé una quasi inevitabile malinconia! Sarà perché la spensieratezza delle vacanze ci appare ormai come un ricordo, sarà perché le giornate durano meno e viene buio mano a mano sempre prima, sarà per l’arrivo dei primi freddi e delle prime piogge, fatto sta che l’autunno, alla maggior parte di noi, sembra la stagione più “grigia” dell’anno! E invece questa malinconica ma affascinante stagione può tingersi dei colori più sgargianti.

Nutriamoci “a colori”: dalle passerelle al piatto

Sulle passerelle abbiamo visto sfilare abiti e accessori tutt’altro che grigi, cupi e tetri: dal viola melanzana, al verde bosco, dal marrone castagna al rosso marsala, dal sempre elegantissimo bianco all’eccentrico giallo limone; se ne sono viste passare proprio di tutti i colori!

Ma siccome la bellezza non è solo una questione di abiti ed esteriorità ma affonda le sue radici all’interno di noi stesse e del nostro organismo, perché non provare a riprodurre questo bellissimo arcobaleno anche a tavola? Infatti nutrendoci “a colori” non solo allontaniamo la malinconia ma, soprattutto, forniamo al nostro organismo tutte le vitamine e i minerali di cui necessita per essere sano e in forma, pronto per affrontare al meglio l’autunno con tutte le sue sfumature!

I colori del cibo: il Bianco

biancoIn passerella: un’eleganza sobria e mai fuori moda, che sopravvive ad ogni epoca: questa la donna in “bianco” che Ermanno Scervino ha proposto nelle sue sfilate della Milano Fashion Week 2015.
A tavola: di solito proponiamo frutta e verdura di colore bianco perché contiene sostanze in grado di agire positivamente nei confronti della nostra salute, come l’allicina, che è stata collegata all’abbassamento del colesterolo nel sangue e della pressione sanguigna, così come ad una possibilità di riduzione del rischio di cancro allo stomaco e di patologie cardiache. Alcuni membri del “gruppo bianco”, come le banane e le patate, possono essere considerati buone fonti di minerali come il potassio. Tra la frutta e la verdura associata al colore bianco troviamo: aglio, cipolla, scalogno, porri, cavolfiori, patate, finocchi, banane, pere.

I colori del cibo: il Giallo-Arancio

In Passerella: è Moschino a proporci la donna più divertente, solare, giocosa di quest’autunno: una donna che ama giocare con la moda a fumetti e che esprime la sua incontenibile energia e allegria attraverso colori shock come il giallo, colore del sole e dell’energia per antonomasia.

giallo-arancioA Tavola: I vegetali di colore giallo o arancio sono solitamente ricchi di carotenoidi. Il beta-carotene, contenuto ad esempio nelle carote e nella zucca, viene convertito in vitamina A da parte dell’organismo, in modo tale da mantenere in salute occhi e mucose. Secondo gli esperti, gli alimenti ricchi di carotenoidi possono ridurre il rischio di cancro e patologie cardiache, oltre che migliorare le funzioni del sistema immunitario. Gli agrumi di colore giallo o arancio sono ricchi di vitamina C e acido folico, considerato fondamentale durante la gravidanza per il corretto sviluppo del nascituro. Recenti ricerche hanno rivelato come gli ortaggi ricchi di carotenoidi possono prevenire malattie degenerative come la SLA. Tra i vegetali di colore giallo e arancio troviamo: albicocche, pesche, mango, papaya, melone giallo, limoni, arance, mandarini, mandaranci, ananas, peperoni gialli, carote, zucca.

I colori del cibo: il Rosso

In Passerella: il colore della passione, del fuoco, dell’energia e della vitalità per eccellenza ci viene proposto da Michael Kors nei cappotti e spolverini della sua collezione per essere eleganti tutti i giorni anche quando le temperature ci costringeranno a coprirci un po’ di più.

rossoA Tavola: la frutta e gli ortaggi di colore rosso devono la propria tinta alla presenza di pigmenti come il licopene e gli antociani. Il licopene, presente, ad esempio, in pomodori, angurie e pompelmo rosa, potrebbe essere il responsabile della riduzione del rischio di numerosi tipi di cancro, con particolare riferimento al cancro alla prostata. Gli antociani, presenti ad esempio in fragole e lamponi, agiscono come potenti antiossidanti nel proteggere le cellule da possibili danneggiamenti e tutelando la salute del cuore. Tra la frutta e gli ortaggi di colore rosso troviamo: amarene, ciliege, fragole, lamponi, anguria, melograno, pomodori, peperoni rossi, radicchio rosso, cavolo rosso

I colori del cibo: il Verde

In Passerella: Gucci ci propone una donna che mostra un’eleganza di altri tempi: chic ed equilibrata; in sintonia con la natura in cui è il Verde a farla da padrone incontrastato.

verdeA Tavola: sulla nostra tavola, invece, il colore della frutta e della verdura verde è dovuto principalmente alla presenza di un pigmento chiamato clorofilla. Alcuni tra i vegetali di questo gruppo, come spinaci, piselli, peperoni verdi, cetrioli e sedano, contengono luteina. La luteina, in sinergia con la zeaxantina, presente in particolare in mais, peperoni rossi e arance, contribuisce al mantenimento della salute degli occhi. Spinaci e broccoli sono una fonte preziosa di acido folico e di ferro. Il “gruppo verde” comprende, ad esempio: asparagi, broccoli, cavolini di bruxelles, verza, spinaci, bietole, carciofi, cetrioli, sedano, piselli, peperoni verdi, lattuga, zucchine, fagiolini, kiwi.

I colori del cibo: il Viola-Blu

In Passerella: Miuccia Prada per questa stagione ci propone una donna sicura di sé, senza copromessi che ama sfoggiare questo suo carisma e questa sua personalità anche nei colori dei suoi outfit: sì, quindi, ad un viola senza compromessi!

viola-bluA tavola: in cucina la frutta e la verdura di colore viola o blu presentano una simile tonalità per via del proprio contenuto di pigmenti naturali denominati antociani. Essi, presenti soprattutto in mirtilli ed uvetta, agiscono come potenti antiossidanti nei confronti delle cellule del nostro organismo e ci proteggono dal rischio di cancro, ictus e patologie cardiache. Il consumo di mirtilli potrebbe inoltre contribuire al miglioramento della memoria e ad un invecchiamento in salute. Tra i vegetali di colore Viola- Blu troviamo: carote viola, melanzane, fichi, uva viola, uva sultanina, mirtilli, ribes nero, more, prugne, susine.

Quindi questo autunno abbasso la tristezza e il grigiore, e largo ad un bellissimo arcobaleno di colori che sfili ogni giorno sulle nostre tavole per renderci più sane dentro e più belle fuori!

Share.

About Author

Nata nel 1984, laureata e dottorata in Filosofia Politica presso l'Università di Genova. Attualmente vivo a Milano, città che amo e nella cui "confusione logica" mi rispecchio. Scrivo saggi di Filosofia Politica in chiave "pop". Tra le mie passioni, oltre a scrivere, primeggiano il cinema ed il fitness. Il mio mantra è "mens sana in corpore sano".

Leave A Reply